LE OSTETRICHE

Annalisa Samassa

La vocazione per questa professione nasce fin dall’adolescenza, pur non comprendendo fino in fondo cosa significasse essere un’ostetrica sentivo che la sua figura di donna accanto alla donna era il punto di partenza per dare giusto valore al femminile e ai suoi bisogni.
Mi laureo in ostetricia nel 2008 presso l’Università degli Studi di Padova con la tesi “Non riconoscimento del nato e madri teenagers: un’indagine conoscitiva nel Veneto”. Comprendo da subito che l’ospedale non è la mia strada, sento il bisogno di un rapporto diverso con le donne, più continuativo nel tempo e una maggiore possibilità di scelta di luoghi e spazi.
Alla ricerca di nuovi e “altri” strumenti di assistenza comincio a frequentare i corsi della Scuola Elementale di Arte Ostetrica di Firenze dove trovo quel linguaggio così antico eppure nuovo che tiene conto non solo dell’obiettivo, ma anche del percorso e della qualità dell’esperienza di ogni donna.
Nel 2010 divento insegnante di massaggio infantile presso l’A.I.M.I. (Associazione Italiana Massaggio Infantile) da cui imparo l’arte del con-tatto e il grande rispetto per i bisogni dei bambini.
A giugno 2011, dalla mia grande passione per la cura del pavimento pelvico, partecipo come relatrice al corso di formazione per ostetriche “Salute delle donne. Pavimento pelvico in ambito perinatale: educazione, prevenzione, rieducazione”,
Nel 2011 mi iscrivo al corso biennale di “Continuità dell’assistenza” presso la Scuola Elementale di Arte Ostetrica a Firenze condotto da Verena Schmid, l’Ostetrica per eccellenza di fama nazionale e internazionale, da cui apprendo la Salutofisiologia e ricevo strumenti concreti per poter mettere al centro la donna nel percorso assistenziale. A febbraio 2014 ricevo il diploma di “Continuità dell’Assistenza” presentando come esame finale la “Biodinamica del bacino in gravidanza e parto”.
Nel 2012 divento a tutti gli effetti libera professionista e apro l’ambulatorio SPAZIO MATERNAGE e nello stesso anno inizio la collaborazione con una collega per i parti a domicilio.
A marzo 2014 mi iscrivo al master di 2° livello “La salutofisiologia ostetrica” sempre condotto da Verena Schmid, dove approfondisco gli aspetti della PNEI (psiconeuroendocrinoimmunologia) nel percorso della maternità.
A settembre 2014 mi iscrivo al corso di Specializzazione “La salute pelvica perineale nei cicli femminili: educazione, prevenzione, rieducazione e trattamento delle disfunzioni perineali con approccio ostetrica specifico” presso la Scuola Elementale di Arte Ostetrica.
A febbraio 2016 ricevo il diploma presentando come tesi finale “L’approccio salutofisiologico alla rieducazione del pavimento pelvico”.
A marzo 2016 seguo il corso di “Armonizzazione globale delle cicatrici” con David Kanner, da cui imparo la cura e l’importanza dell’integrazione delle cicatrici nel vissuto della maternità e per la salute della donna.

Giulia Grando

Mi laureo in ostetricia nel novembre 2013 presso l’Università degli Studi di Padova con la tesi “Il parto vaginale dopo taglio cesareo: realtà nella clinica ginecologica e ostetrica di Padova”.
A gennaio 2014 inizio una frequenza volontaria presso la Sala Parto dell’ospedale di Oderzo, dove inizio ad approcciarmi a un’assistenza al parto meno medicalizzata rispetto al modello universitario con cui mi sono formata. Lo stesso anno vengo assunta con contratto a tempo determinato. Nel frattempo continuo la mia formazione orientata verso la libera professione, frequentando i corsi “Metodologia per condurre il percorso nascita: corso in gravidanza e di preparazione al parto con lavoro sul corpo” e “Assistenza ostetrica alla gravidanza fisiologica attraverso la lettura delle evidenze scientifiche” a Milano.
A marzo 2015 inizio una frequenza volontaria presso il Consultorio familiare di Oderzo, dove ho la possibilità di affiancare le colleghe ostetriche nell’assistenza alla donna nelle diverse fasi della sua vita.
Ad aprile 2015 mi iscrivo al corso post laurea annuale dal titolo “Basi pratiche per un’assistenza fisiologica alla gravidanza, parto e puerperio” presso la Scuola Elementale di Arte Ostetrica a Firenze condotto da Anna Maria Rossetti (attuale presidente della Scuola) e Marta Campiotti (osterica e presidente dell’Associazione Nazionale Ostetriche Parto a Domicilio e Casa Maternità). Durante il corso acquisisco gli strumenti per accogliere e sostenere la coppia nel percorso della genitorialità secondo il modello salutofisiologico e approfondisco argomenti quali i metodi naturali per favorire l’inizio del travaglio, la moxibustione, la psiconeuroimmunologia della nascita, il dolore come risorsa e i rimedi naturali per la cura del seno e del perineo dopo il parto.
A novembre 2015 mi iscrivo al corso per diventare insegnante di massaggio infantile 0-12 mesi con l’Associazione Italiana di Massaggio Infantile (AIMI).
Nel 2016 divento a tutti gli effetti un’ostetrica libera professionista.